Viaggiare sull’aria: Dunlop e il triciclo

21 ottobre 2016 Educational
J.B. Dunlop - storia pneumatico

Fu il veterinario scozzese John Boyd Dunlop l’uomo che inventò il pneumatico per la seconda volta e al quale fu riconosciuta la paternità del prodotto.
La nascita dell’invenzione deve molto al suo ruolo di padre e alla passione del figlio Johnny di 10 anni per il triciclo che lui stesso gli aveva regalato. Fu proprio osservando il figlio, il suo rimbalzare in modo scomposto con questo triciclo su terreni accidentati, la sua fatica quando le ruote finivano nel fango e le ripetute cadute, che la sera del 28 Febbraio 1888 ebbe un’idea in grado di rivoluzionare l’industria dei trasporti.
Prese la struttura della ruota originale del triciclo del figlio e la avvolse in fogli di gomma: una volta incollati ai bordi, li gonfiò creando una camera d’aria che si interponeva tra la strada e la ruota. Prese questa ruota rivestita e una delle ruote di legno del triciclo, le lanciò entrambe nel cortile: la prima attraversò il cortile per rimbalzare sul muro opposto, la seconda non arrivò neppure in fondo. Dunlop aveva appena inventato lo pneumatico.
Il 7 Dicembre di quello stesso anno le autorità inglesi rilasciarono a J. B. Dunlop il brevetto per l’invenzione dello pneumatico. Nel 1890 venne aperta la prima fabbrica a Dublino e negli anni seguenti gli stabilimenti si moltiplicarono nel resto del mondo.
Ancora oggi, sulle banconote da 10 sterline in circolazione in Irlanda del Nord compare l’immagine di John Boyd Dunlop, inventore dello pneumatico e padre modello.