L’equilibratura

28 luglio 2015 Educational
equilibratura delle ruote

Nessuna gomma è perfetta. E lo stesso si può dire per i cerchi! Così, ogni sistema ruota (gomma più cerchio) va bilanciato prima di essere montato sul mozzo di un veicolo. Una ruota non bilanciata (e quindi non uniforme) produrrebbe vibrazioni fastidiose in marcia, usura irregolare degli organi meccanici del sistema ruota (cuscinetti, ammortizzatori ma anche gli pneumatici) e, in casi estremi, rischi per la sicurezza del veicolo.

Lo squilibrio può essere di due tipi: statico (quando lo squilibrio è distribuito su un piano perpendicolare all’asse di rotazione della ruota, quindi la ruota tende a saltellare) e dinamico (lo squilibrio è distribuito su un piano non ortogonale all’asse di rotazione, quindi si creano oscillazioni radiali che fanno “sfarfallare” la ruota).

L’equilibratura è fatta con un’apposita macchina su cui vengono montate le ruote (cerchio e pneumatico) e in grado di rilevare differenze di peso di pochi grammi. Gli operatori intervengono quindi aggiungendo piccoli pesetti nei punti indicati dalla macchina, prima di montare la ruota sul veicolo.

È un’operazione da “dietro le quinte”, ma estremamente importante per l’assetto del veicolo e da compiere a ogni cambio gomme (e in generale consigliata ogni 10000 km).

Quali effetti sono riconducibili a una ruota non equilibrata?

Una ruota arriva a compiere centinaia di rotazioni al minuto quando siamo in marcia. Se il sistema ruota non è perfettamente simmetrico si avvertiranno vibrazioni fastidiose sul volante e sul pianale (le vibrazioni sono più intense a velocità particolari, in genere intorno ai 65-75 km/h e 110-120 km/h). Indirettamente, anche l’usura non uniforme degli pneumatici può essere sintomo di una ruota non bilanciata.

Quali rischi corro se la ruota non è correttamente bilanciata?

In caso di leggero sbilanciamento, non si corrono rischi per la sicurezza, ma lo stress sugli organi meccanici della ruota può compromettere la salute del veicolo: allentamento di viti e bulloni dei braccetti, usura irregolare di cuscinetti e giunti. Le vibrazioni dovute allo sbilanciamento, poi, possono procurare affaticamento fisico e mentale del guidatore.

In caso di sbilanciamenti più accentuati, anche la sicurezza del conducente può risultare compromessa: le vibrazioni possono risultare importanti e minare la manovrabilità e la tenuta di strada del veicolo.

Quando va fatta l’equilibratura?

L’equilibratura è un’operazione che va assolutamente fatta ad ogni cambio gomme e in generale ogniqualvolta uno pneumatico venga montato su un cerchio. E’ buona norma poi eseguire una equilibratura ogni 10000 km circa, poiché il sistema ruota tende a deformarsi con l’utilizzo (usura degli pneumatici, piccole variazioni del cerchio dovute a buche o urti con marciapiedi, …).