Pneumatici invernali

13 ottobre 2016 Educational
Pneumatici Invernali

Gli pneumatici invernali sono quelle gomme specificatamente progettate per far fronte alle condizioni climatiche del periodo autunnale e invernale: hanno caratteristiche in grado di massimizzarne le proprie performance alle temperature e alle condizioni meteorologiche tipiche delle stagioni più umide e fredde. Montare pneumatici invernali sulla vettura permette all’automobilista di affrontare in sicurezza strade sdrucciolevoli e bagnate, garantisce una valida manovrabilità del veicolo e assicura buone performance di aderenza e frenata anche in presenza di neve o ghiaccio.

Gli elementi chiave che generalmente contribuiscono a determinare questa resa dello pneumatico sono:
- Mescola specifica, in grado di mantenere adeguata flessibilità e, di conseguenza, garantire aderenza anche a temperature rigide;
- Disegno del battistrada, solitamente dotato di ampie scanalature che ne massimizzano la capacità di trazione e riducono il rischio di aquaplaning;
- Lamelle, che favoriscono la flessibilità dello pneumatico per una maggior presa in caso di fondo stradale innevato o ghiacciato.

Gli pneumatici invernali sono comunemente contraddistinti dalla marcatura M+S (Mud and Snow), che ne certifica la struttura progettata per ottimizzare le performance sulla neve, e dal disegno di una montagna contenente un fiocco di neve, che ne attesta una capacità di trazione ideale in condizioni climatiche severe.

Per scegliere il prodotto adatto alla propria vettura è necessario controllare quanto riportato sulla carta di circolazione verificando misure, indice di carico e codice di velocità omologati per il proprio veicolo. Inoltre, per orientarsi nel vasto panorama degli pneumatici oggi disponibili, è utile il confronto con un esperto, che possa individuare il modello di pneumatico più adatto in base a chilometraggio medio, strade percorse e stile di guida. Il nostro consiglio è di montare gli pneumatici invernali, oltre che per ragioni di sicurezza e prestazioni, anche per una maggior tranquillità in termini di rispetto delle normative vigenti, sia in Italia che in altri paesi europei: sono, infatti, molti gli enti che possono stabilire le proprie regole e i diversi tratti stradali sono spesso regolamentati in modo diverso uno dall’altro.